Seleziona una pagina
Certificazioni Ambientali EPD Service
Foto Epd Service

Certificazioni Ambientali

“Le certificazioni ambientali sono elemento di qualificazione, competitività e marketing”

About me

Ho ricoperto ruoli manageriali presso aziende multinazionali per 16 anni, portato a termine con successo progetti innovativi orientati allo sviluppo del business. Dal 2010 mi occupo di sostenibilità ambientale dei prodotti e materiali da costruzione. 
Mi sono specializzato in certificazioni ambientali di prodotto e di settore. Sono autore di articoli specialistici sul tema della certificazione ambientale dei materiali da costruzione.

PIANIFICAZIONE E SVILUPPO PROGETTI PER
CERTIFICAZIONI AMBIENTALI

Studio di Life Cycle Assessment (LCA)

Dichiarazioni Ambientali di Prodotto (EPD)

Dichiarazione Carbon Footprint (PCF)

Perché un’azienda dovrebbe avere una certificazione ambientale?

 

Negli anni è cresciuto l’interesse dei consumatori per prodotti e servizi a minore impatto ambientale.
Contemporaneamente sono state promosse importanti iniziative per la riduzione di gas a effetto serra, come il protocollo di Kyoto ed Europa 2020.
Con l’accordo di Parigi e la strategia Europa 2050, l’Unione Europea si pone come obiettivo per il 2050 di raggiungere l’impatto zero sul clima.
La misurazione dell’impatto ambientale della produzione di un prodotto o della fornitura di un servizio diventa essenziale per rimanere nei parametri di un mercato orientato allo sviluppo sostenibile.

POSIZIONAMENTO DI MERCATO: GREEN MARKETING VS GREENWASHING

Molte aziende tentano di posizionarsi sul mercato, attraverso i valori della sostenibilità ambientale (Green Marketing), per ottenere i benefici legati a questo standard. Spesso questo posizionamento è frutto di campagne di comunicazione che nulla hanno a che vedere con lo sviluppo di progetti sostenibili. Questo fenomeno conosciuto con il termine Greenwashing danneggia la reputazione dell’impresa, la sua immagine, la sua credibilità.

“Per ottenere una certificazione ambientale di prodotto/servizio è necessario seguire un preciso percorso che garantisca il successo nello sviluppo del progetto”

Come ottenere le Certificazioni Ambientali

Guida alle Certificazioni Ambientali di prodotti o servizi

Definire i prodotti da certificare
Definire gli obiettivi aziendali per i quali si richiede la certificazione
Individuare le norme esistenti o sviluppare una Product Category Rules
Scegliere un Ente Certificatore e il Program Operator
Sviluppare un modello per la raccolta dei dati aziendali, congruenti con le regole esistenti
Elaborare un modello per uno dei software approvati per lo sviluppo della Life Cycle Assessment (LCA)
Elaborare la Environmental Product Declaration o Carboon Footprint
Certificazione del processo seguito per lo sviluppo del modello e dei dati aziendali elaborati
Pubblicazione della Environmental Product Declaration o Carboon Footprint con il Program Operator selezionato

Bonus Web Certificazioni Ambientali

Analisi preliminare Gratuita

Life Cycle Assessment

Cos’è lo studio di Life Cycle Assessment (LCA)

ISO 14040 /14044

Certificazioni Ambientali Life Cycle Assessment

Lo studio di Life Cycle Assessment (LCA) è un documento ad uso interno. Serve a valutare gli impatti ambientali determinati dalla produzione di un prodotto o dalla fornitura di un servizio.

Lo Studio di Life Cycle Assessment analizza tutto il ciclo di vita del prodotto o del servizio. Ad esempio nel caso di un prodotto si analizzerà dalla preproduzione allo smaltimento. Diversamente in caso di servizio dalla pianificazione al completamento.

Lo sviluppo del documento di Life Cycle Assessment avviene in quattro fasi, come indicato dalle norme Iso 14040 – 14044.

Lo studio si sviluppa sulla base delle Product Category Rules (PCR).

Le Product Category Rules sono regole specifiche di prodotto che permettono di predisporre gli studi LCA e le relative dichiarazioni ambientali in modo coerente e confrontabile, consentendo all’azienda di poter soddisfare le aspettative del mercato.

Il Life Cycle Assessment è il documento di riferimento per la visita ispettiva necessaria per ottenere il rilascio della certificazione ambientale.

Serve anche ad individuare gli aspetti su cui intervenire successivamente per ridurre l’impatto ambientale del prodotto o servizio.

Dichiarazione Ambientale di Prodotto (EPD)

 

ISO 14025

Cos’è la Dichiarazione Ambientale di Prodotto (EPD)

L’Environmental Product Declaration (EPD) o dichiarazione ambientale di prodotto  ha lo scopo di  fornire informazioni rilevanti, verificate e confrontabili relative all’impatto ambientale di un prodotto o di un servizio.

Permette il confronto tra prodotti e servizi analoghi attraverso indicatori ambientali, definiti attraverso le  Product Category Rules (PCR).

Le Product Category Rules sono le regole specifiche di prodotto a cui si fa riferimento per predisporre gli studi Life Cycle Assessment e le relative dichiarazioni ambientali.

La dichiarazione ambientale di prodotto è uno strumento di monitoraggio della sostenibilità dei prodotti proposti al mercato.

Attraverso la dichiarazione ambientale di prodotto, un’azienda comunica gli impatti ambientali del proprio prodotto/servizio, tramite valori oggettivi.

La EPD è quindi uno strumento di visibilità e qualificazione.

La garanzia della correttezza e veridicità dei dati dichiarati dall’azienda è certificata e promulgata da terze parti. 

Per le indicazioni specifiche relative all’iter ed ai contenuti dei documenti fare riferimento ai link di seguito riportati:

Product Carbon Footprint (PCF) 

 

Cos’è la Dichiarazione Carbon Footprint (PCF)?

Iso 14067

La Dichiarazione Carbon Footprint (PCF), o impronta di carbonio, è un indicatore ambientale che misura il contributo che le attività umane producono sull’effetto dei gas a effetto serra (Greenhouse Effect).

Espressa in tonnellate di Biossido di Carbonio equivalente (CO2 eq), la Carbon Footprint individua e quantifica i consumi di materie prime e di energia nelle differenti fasi del ciclo di vita di un prodotto a cui sono normalmente attribuite emissioni di gas a effetto serra, responsabili dei cambiamenti climatici.

La Carbon Footprint, a differenza di altri indicatori ambientali, risulta più facilmente comprensibile anche a chi non possiede approfondite conoscenze tecnico-scientifiche. Questo rafforza la capacità comunicativa, la divulgazione e la comprensione dei risultati da parte di aziende, imprenditori e organizzazioni. Tuttavia bisogno tener presente che il dato da solo non quantifica in modo globale l’impatto sull’ambiente.

La Carbon Footprint, così come la Dichiarazioni Ambientali di Prodotto, ha la capacità di promuovere il miglioramento continuo attraverso, la progettazione di prodotti a minor impatto ambientale e il miglioramento delle fasi produttive. Inoltre consente l’osservazione dei metodi di produzione e di fabbricazione e la scelta adeguata delle materie prime e dei fornitori.

L’indicatore si sviluppa sull’analisi dell’intero ciclo di vita del prodotto, utilizzando i cambiamenti climatici come motivazione al miglioramento.

La Carbon Footprint e le Dichiarazioni Ambientali di Prodotto consentono inoltre di monitorare e tracciare il progresso nella riduzione delle emissioni di gas serra, incoraggiando i cambiamenti nel comportamento dei consumatori.

La Carbon Footprint e le Dichiarazioni Ambientali di Prodotto sono strumenti di Green Marketing?

Sono numerosi gli esempi di prodotti immessi sul mercato con l’indicazione della loro impronta di carbonio o con la dicitura carbon free o carbon neutral. 
L’indicazione sul prodotto del valore della Carbon Footprint ed eventualmente della compensazione volontaria delle emissioni relative è uno strumento di green marketing sperimentato con successo.

+39 3483532955

Via Nepi, 2 - 00191 Roma

Info@epdservice.it

Messaggi

Consenso Privacy